architettura e comunicazione

Comunicare con l’Architettura

L’architettura è la disciplina che fonde l’arte decorativa con la tecnica costruttiva.

Un architetto è colui che è in grado di unire la ricerca del bello alle rigidi vincoli strutturali.

L’architettura in quanto caratterizzata dalla ricerca artistica ed estetica, non può prescindere dal possedere intrinsecamente un carattere comunicativo.

A CHE SCALA UN EDIFICIO COMUNICA?

 

All’occhio dei meno esperti gli edifici possono apparire poco comunicativi, d’altronde, cosa possono comunicare dei mattoni tenuti insieme da malta, ricoperti da intonaco, esposti alle intemperie da anni e anni, soggetti al continuo deteriorarsi?

Ogni elemento architettonico contribuisce a raccontare la storia di un’edificio, di una città, di una società.

A seconda della scala architettonica cui facciamo riferimento riusciamo, con un occhio attento, a cogliere ciò che l’architettura tenta di comunicare.

Ad esempio la tessitura muraria, l’utilizzo di un materiale piuttosto che un altro, riescono a farci capire il trascorso dell’edificio.

Molte strutture presentano stratificazioni, dovute alle diverse condizioni socio economiche, politiche, culturali, o ai consolidamenti strutturali che si sono susseguiti negli anni.

Osservando un prospetto o una pianta architettonica possiamo intuire ben altro.

La firma dell’architetto, ciò che egli tenta di comunicare tramite la struttura lo si evince con un’osservazione globale.

E’ necessario spesso analizzare non solo l’edificio, ma anche il contesto in cui esso è inserito, il periodo storico ed il territorio in cui è stato realizzato.

Innumerevoli edifici celebrativi cercano di comunicare la grandezza di coloro a cui sono dedicati, basti pensare agli edifici di epoca romana (archi trionfali, colonne e templi dedicate ad imperatori).

Gli architetti del periodo fascista avevano il compito di comunicare, tramite la loro architettura, l’idea di ordine e rigore, di razionalità.

Fred e Ginger, di Frank Gehry e Vlado Milunic realizzata negli anni novanta, trasmette un chiaro messaggio di dinamismo e movimento, con i due edifici che grazie al loro stile non convenzionale irrompono in un contesto quanto mai tradizionale.

ALCUNI RIFERIMENTI

 

Comunicare con l’Architettura è il titolo di un interessante volume di Virgilio Vercelloni, nel quale vengono riportate in ordine cronologico le definizioni di architettura in quanto forma di comunicazione.

No Responses

Write a response